News

Expo 2015: un’occasione persa per il settore della ricettività alberghiera milanese?

Una riflessione con Robert Kropfitsch di AD Solutions che ha approfondito la ricerca

A leggere i dati di una ricerca promossa da Hoteltonight presso le strutture ricettive milanesi sembrerebbe prevalere una sorta di fatalismo positivo: nonostante tutto i turisti arriveranno e con i numeri prospettati, ci sarà lavoro per (quasi) tutti.  

AD Solutions partendo da alcuni dati non troppo coerenti della ricerca ha effettuato un’analisi a campione su alcune strutture milanesi inserendo tra i temi anche la certificazione degli eventi in termini di sostenibilità, una possibilità di differenziazione nel momento in cui si stima che durante il semestre dell’esposizione saranno più di un milione gli eventi organizzati dentro e fuori Expo 2015. Di questi, il 40% saranno organizzati presso strutture organizzate e professionali in grado di ricevere numeri importanti di partecipanti e visitatori. 

Per gli operatori di riferimento del mercato intervistati invece, la prima considerazione è quella che siamo di fronte a numeri talmente grossi che gli investimenti rischiano di avere ROI (ritorno economici misurabili) non adeguati; inoltre ribadiscono che la sostenibilità si concentra (purtroppo n.d.r.) nella (obbligatoria) raccolta differenziata o nella diminuzione nella produzione di rifiuti o in qualche gadget “eco”. 

Se consideriamo quindi che la sostenibilità della struttura risulta essere al quarto posto tra le variabili valutate dai viaggiatori, dopo la qualità dell’accoglienza, il mangiar bene e le attrazioni della destinazione, possiamo affermare che la sostenibilità è vista in pratica dagli operatori, come obbligo di legge con focus ambientale, nel quale alcune catene hanno già progetti specifici anche se nella fascia media dell’accoglienza.  Non bastano quindi le dichiarazioni d’intento dei manager delle principali catene italiane ed estere; il passaggio da obbligo ad opportunità di differenziazione e quindi di utili marginali crescenti passa attraverso la progettazione e realizzazione di un piano di sostenibilità generale che coinvolga il cliente, lo educhi nel medio periodo e possa essere uno strumento competitivo pratico, semplice ed utilizzato.

 

Servizi

Protocollo esclusivo in 5 fasi

A partire da 800 euro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere le ultime novità in tema di formazione, certificazione ed applicazione della ISO 20121. Iscriviti, è un servizio gratuito. La cadenza è mensile.

Progettare, realizzare e comunicare eventi sostenibili secondo la norma UNI ISO 20121

Disponibili sul canale Slideshare di UNI i contributi dei relatori dell'evento, tra cui il nostro Stefano Bonetto e con la partecipazione di Accredia Guarda le slide sul canale UNI dedicato. http://www.slideshare.net/normeUNI/bonetto-uniiso20121-31marzo2014

Per essere sempre un passo avanti

Tra i nostri servizi rientrano anche le attività di formazione sulla ISO 20121 e sulla sostenibilità in generale. Oltre ai seminari gratuiti aperti a tutti, progettiamo corsi specifici per auditor e specialist sia per i corsi in aula sia per i corsi in formula residenziale. I seminari e i corsi si terranno presso la nostra sede di Via Carlo Goldoni 1 a Milano.