News

La ISO 20121 applicata in EXPO

Scopriamo cosa č stato fatto

Le due parole chiave sono state quindi sensibilizzazione e coinvolgimento. Come stabilito dalla ISO 20121, un aspetto da tenere in considerazione è proprio la gestione delle parti interessate: nel caso di un’esposizione universale  il rapporto e il confronto con gli stakeholder dura all’incirca 5 anni, dal momento dell’accettazione della candidatura della città fino al periodo di dismissione del sito espositivo.

Per EXPO Milano 2015 sono stati coinvolti oltre 142 paesi partecipanti, numerosi partner e sponsor tra organizzazioni internazionali, non governative ed imprese private, staff per tutte le strutture, progettisti, imprese di costruzioni, di logistica, di pulizia, oltre alle autorità centrali e locali, le rappresentanze sindacali, i media, e, naturalmente, milioni di visitatori. Tutte le categorie sono state rese parte integrante, a diverso titolo e a seconda del loro “peso”,  di un sistema di gestione attento agli impatti sociali e ambientali.

Tutto è stato pensato adottando la prospettiva del ciclo di vita del “prodotto” considerando, nella fase di progettazione del sito espositivo, i criteri di sostenibilità contenuti nei protocolli Leed, e fornendo ai partecipanti le “Sustainable Solutions”, specifiche linee guida contenenti le possibili tecniche e soluzioni da adottare nella progettazione, realizzazione, dismissione e riutilizzo delle strutture temporanee allestite per l’evento. Pensare a costruzioni che possano essere riadattate nel tempo a nuovi usi è infatti importante, non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economica, poiché permette di usufruire di nuovi spazi creando opportunità e valore per la comunità ed il territorio.

Per quanto riguarda l’aspetto dell’approvvigionamento di prodotti e servizi, sono stati selezionati, con riferimento al food&beverage, al packaging, agli allestimenti, all’organizzazione di eventi ed ai prodotti di merchandising, 63 criteri di ‘green procurement’ sia per gli acquisti di Expo 2015 sia per quelli di partner, sponsor e partecipanti. Non poteva essere trascurata poi la gestione rifiuti con una raccolta differenziata volta alla valorizzazione delle risorse (frazione organica, vetro, carta e cartone, plastica e legno) ed il recupero del cibo non somministrato per destinarlo ai bisognosi.

Le iniziative messe in campo sono state numerose, alcune riuscite ed altre meno: non ci resta che fare un nuovo bilancio tra qualche mese, per vedere se tutto quello pianificato per il post-evento potrà essere effettivamente realizzato.

 

Servizi

Protocollo esclusivo in 5 fasi

A partire da 800 euro.

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere le ultime novitā in tema di formazione, certificazione ed applicazione della ISO 20121. Iscriviti, č un servizio gratuito. La cadenza č mensile.

Progettare, realizzare e comunicare eventi sostenibili secondo la norma UNI ISO 20121

Disponibili sul canale Slideshare di UNI i contributi dei relatori dell'evento, tra cui il nostro Stefano Bonetto e con la partecipazione di Accredia Guarda le slide sul canale UNI dedicato. http://www.slideshare.net/normeUNI/bonetto-uniiso20121-31marzo2014

Per essere sempre un passo avanti

Tra i nostri servizi rientrano anche le attivitā di formazione sulla ISO 20121 e sulla sostenibilitā in generale. Oltre ai seminari gratuiti aperti a tutti, progettiamo corsi specifici per auditor e specialist sia per i corsi in aula sia per i corsi in formula residenziale. I seminari e i corsi si terranno presso la nostra sede di Via Carlo Goldoni 1 a Milano.